THE BUTTERFLY EFFECT

The Butterfly Effect

 
Quante volte il cinema ha attinto al principio di base dei viaggi spazio-temporali? Tante. E fornendo una moltitudine di varianti. The Butterfly Effect appartiene a questo filone ma si differenzia dalle altre pellicole per uno sviluppo della trama meno immediato e diretto.
Il film parte prendendo spunto da un’ espressione presente nella teoria del caos, quella dell’effetto farfalla appunto, secondo la quale "il minimo battito d’ali di una farfalla sia in grado di provocare un uragano dall’altra parte del mondo". Che tradotto nel linguaggio del vecchio Doc sarebbe "Marty non se ne parla nemmeno. Tu non devi uscire da questa casa. Tu non devi vedere nessuno e non devi parlare con nessuno. Se lo fai possono esserci serie ripercussioni sugli eventi futuri, tu mi capisci?".

La trama racconta la vita di Evan (Ashton Kutcher),  un giovane che fin da piccolo soffre di continui vuoti di memoria e conseguente perdita di coscienza. Una sera, quasi per caso, scopre di essere in grado di modificare il suo passato  ed inizia un difficile viaggio che metterà a dura prova la sua tenacia.
La pellicola, scritta e diretta dal duo Eric Bress e J. Mackye Gruber, presenta una sceneggiatura paragonabile ad un puzzle in cui i pezzi iniziano a combaciare solo a partire dalla metà del film (gli impazienti sono avvisati). Tuttavia il film non risulta essere complesso: dopo un possibile smarrimento iniziale dello spettatore, i tentativi del ragazzo di modificare il destino e gli eventi presenti, colmando i vuoti del passato, fanno sì che la trama offra una serie di colpi di scena in grado di tenere alta l’attenzione dello spettatore al punto da renderlo ansioso di scoprire la sorte di Evan, e non solo la sua. La storia d’amore tra il protagonista e l’eterna amata Kayleigh trascina ed appassiona fino allo splendido epilogo.
Colonna sonora ottima, con brani degli Oasis, Staind e Jimmy Eat World.

Personalmente credo che chi paragona questo film a Donnie Darko si sbagli di grosso: io ho trovato il film di Richard Kelly un film furbo, con molti interrogativi che alla fine restano tali di proposito. Di contro, The Butterfly Effect parte pieno di buchi che però si riempiono, man mano che il film va avanti, fino al fantastico finale.
Un film che ricalca per molti versi il validissimo Frequency, e che consiglio vivamente a tutti.

Annunci

8 thoughts on “THE BUTTERFLY EFFECT

  1. A me Donnie Darko è piaciuto ma, non tanto per il suo lato fantascientifico con viaggi temporali ecc., quanto perche si presta a diversi piani di lettura. Trovo tra l’altro che sia ben scritto soprattutto il personaggio di Donnie. Forse è un film un po’ troppo pretenzioso, difetto che The Butterfly Effect non ha. Sono comunque due film molto differenti e difficilmente accostabili.
    Se non l’hai già visto, ti consiglio Primer, film indipendente che parla sempre di visaggi spazio temporali. Molto intricato ma molto, molto interessante ^___^

    Weltall

  2. concordo con Weltall, Donnie Darko e’ decisamente un’altra cosa, e’ piu’ un film astratto su libero arbirtrio, destino, fede, riflessione sul mondo contemporaneo e sui suoi vizi, oltre ad un revival molto nostalgico dei mitici anni ’80.
    Butterfly Effect mi e’ piaciuto abbastanza, concordo sul fatto che pazientando i pezzi vanno quasi tutti a posto, mentre Frequency mi era piaciuto parecchio, e secondo me e’ stato decisamente sottovalutato.

  3. nemmeno io l’avrei mai ricondotto a donnie darko….
    butterfly effect mi è piaciuto motlissimo…un pò diverso dalle solite trame, e senza finale scontato!bello bello davvero!

  4. cercate su youtube "DC ending butterfly effect"….sbalorditivo… arrivi alla fine tiri una conclusione, ma potrebbe essere qualcos'altro…Tommaso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...