BEVERLY HILLS CHIHUAHUA

 

Beverly Hills ChihuahuaChloe è una chihuahua fortunata. La sua proprietaria, Viv (Jamie Lee Curtis), è una ricchissima donna d'affari residente nel quartiere di Beverly Hills e, di conseguenza, tutto ciò che le appartiene ostenta lusso e benessere. La strada spianata nella vita della cagnolina snob diventa però tortuosa in seguito al viaggio in Messico che Chloe è costretta a fare con Rachel (Piper Perabo), la nipote di Viv. La ragazza, infatti, dimostra di non avere un buon feeling con la cagnetta che finisce così per smarrirsi. Inizia così una lunga avventura durante la quale Chloe incontrerà una serie di simpatici personaggi.

Leggendo la trama di Beverly Hills Chihuahua ci si accorge subito del fatto che ci troviamo di fronte ad un prodotto tutt'altro che originale. Proprio quest'aspetto aumenta lo stupore dell'inaspettato successo che la pellicola ha ottenuto in patria.
Volendo analizzare, però, l'ultimo lavoro targato Disney, dobbiamo ammettere come da quelle parti conoscano il modo di rendere più appetibile un'idea di base convenzionale. Beverly Hills Chihuahua è, infatti, il risultato della fusione tra lo stile di narrazione che caratterizzava le pellicole di qualche decennio fa della casa di produzione di Topolino (Oliver & Company; La grande avventura) e le tecniche di animazione perfezionate col tempo (utilizzate, tra l'altro, in Come cani e gatti e Babe – Maialino Coraggioso). Ne viene fuori un mix tra vecchio e nuovo che si è rivelato la formula vincente del film.
Ad una trama lineare e scorrevole, quindi, fa da contraltare l'uso eccelso degli effetti visivi. E' davvero divertente, infatti, notare come i cani somiglino nelle espressioni agli esseri umani in una maniera incredibile. Purtroppo c'è da dire che non tutta l'innovazione viene premiata: nelle scene in cui interagiscono gli animali veri con quelli realizzati in CGI (Manuel il Topo e Chico l'Iguana) la differenza di tecnica è piuttosto sgradevole. Una piccola stonatura che però non penalizza l'ottimo lavoro che il responsabile degli effetti visivi ha realizzato sugli animali reali.

In una pellicola in cui gli attori fanno praticamente da contorno per lasciare spazio agli animali, è davvero improbabile esprimere un giudizio su di loro. Tuttavia, sarebbe interessante vedere il film in lingua originale, soprattutto per avere un quadro più completo impreziosito dal doppiaggio di Drew Barrymore (dà la voce a Chloe) e di Andy Garcia (doppia il pastore tedesco Delgado). Un elemento che avrebbe reso il film ancor più valido per gli spettatori italiani.

In conclusione, Beverly Hills Chihuahua è un discreto lavoro che sfrutta in maniera intelligente una formula stereotipata da anni e anni di cinema disneyiano. La scelta di incentrare la storia sugli animali strizza l'occhio al pubblico dei più giovani, mentre l'idea di proporre delle location "vip" in stile Paris Hilton rende attuale la storia. Promosso.

Annunci

3 thoughts on “BEVERLY HILLS CHIHUAHUA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...