SETTE ANIME

 

Sette Anime

 
 
Un uomo dall'aria depressa instaura, senza alcun motivo apparente, una serie di contatti con diverse persone in difficoltà.

Ci ho messo un pò per trovare una frase adatta in grado di riassumere la base di partenza di Sette Anime. Si, perchè il soggetto dell'ultimo dramma interpretato da Will Smith ha una struttura di non immediata comprensione.
Il film inizia con una telefonata del protagonista che chiede soccorso al 911. Pare ci sia stato un suicidio. E' il suo suicidio. Da qui in poi seguono due ore di scene che, cronologicamente parlando, si rincorrono e s'invertono in un vortice in cui la pazienza dello spettatore è messa a dura prova. Muccino mette in atto un lavoro in cui gli elementi chiarificatori sono spostati tutti nell'ultima mezz'ora, destinando al resto del film un lungo stato di attesa che si protrae in maniera eccessiva. Anche nelle trame ad incastro più complicate, lo spettatore ha bisogno di alcuni punti di riferimento perchè l'interesse non venga a mancare. L'ossessione spasmodica verso i nominativi contenuti da una lista, le identità dei personaggi poco approfondite, il comportamento imperscrutabile del protagonista, sono solo alcuni dei punti mancanti a cui bisogna far fronte per gran parte della durata del film.

Regia. Devo ammettere di essere uno degli estimatori di Gabriele Muccino. Avevo apprezzato il sorprendente La ricerca della felicità, trovando in quell'occasione la sua tecnica di direzione minuziosa ed intelligente. In questo nuovo impegno, invece, credo che il regista, pur non sfigurando, faccia un passo indietro. Forse nel tentativo di creare maggior coinvolgimento emotivo, Muccino fa un uso esagerato della macchina da presa da spalla, cosa che posso affermare ufficialmente di non sopportare. Di troppo anche le numerose messe a fuoco presenti, mentre si conferma molto attento nella cura dei particolari (coadiuvato anche da una splendida fotografia), sia nelle scene a campo aperto che in quelle in cui c'è da mettere in rilievo gli elementi della natura.

Attori. Che Will Smith abbia ormai smesso i panni del pagliaccio tutto muscoli e battute è cosa nota. Le buone prove offerte in Ali e ne La ricerca della felicità lo avevano promosso anche nella categoria dei film drammatici, o comunque più impegnati. In Sette Anime, l'attore di Philadelphia si ritrova ad intepretare un personaggio instabile, "un uomo un pò strano", come da lui stesso rilasciato in una recente intervista. Malgrado l'impegno, il risultato non è entusiasmante. La sua prova si riduce ad una sorta di paresi facciale che lo rende insolitamente inespressivo. Esame superato, invece, per Rosario Dawson, che si dimostra ormai un'attrice matura per un ruolo tanto suggestivo.
Il resto del cast è poco presente nell'economia della storia. E' difficile valutare, in pochi minuti, le prove di nomi noti in quel di Hollywood, come Woody Harrelson (Radio America, Non è un paese per vecchi) e Barry Pepper (Il miglio verde, la 25ª ora).

Per concludere, ritengo che Sette Anime rientri nella schiera di pellicole a cui bisogna concedere una seconda visione. La rivelazione delle intenzioni del protagonista e del vero nesso che egli ha con le altre persone permettono alla storia di avere un corso più lineare (sebbene il montaggio proponi un ordine degli eventi stravolto) e di apprezzare le numerose sfumature che ad una prima visione si è costretti a tralasciare, nel tentativo di focalizzare l'attenzione sui quesiti che tardano a trovare risposta.

Punti di forza: La fotografia; le scenografie; Rosario Dawson in grande spolvero
 
Punti deboli: La tecnica di direzione non impeccabile; una trama eccessivamente criptica 

Annunci

7 thoughts on “SETTE ANIME

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...