CINEMA 2008/2009 – LA CLASSIFICA: I mediocri e le delusioni

 

Alone in Kyoto Logo

 

Agosto è alle porte, e con esso, anche la prossima stagione cinematografica. Prima di ricominciare, diamo uno sguardo al passato, a quelle pellicole che qui in Kyoto abbiamo commentato, recensito o, in alcuni casi, soltanto visionato.

 

Premettendo di essere in debito di visione con almeno una miriade di pellicole importanti (nell’archivio, tra gli altri, sono pronti  titoli del calibro di Il curioso caso Benjamin Button, Frost/Nixon,Two Lovers, Push, Gran Torino, The reader, Milk e Rachel sta per sposarsi), proviamo a stilare una classifica di quanto offerto da quest’annata cinematografica.

 

Per quanto visto, la stagione del cinema 2008/2009, ha riservato poche pellicole davvero soddisfacenti, qualche sorpresa, un paio di delusioni, e uno zoccolo duro che si ferma intorno alla sufficienza, o poco più.

 

 

Diamo dunque inizio alle danze, partendo dai prodotti mediocri e da quelli che rasentano la sufficienza. L’ordine è, in linea di massima, quello della graduatoria a ritroso. L’invito invece, come al solito, è quello di commentare e dire la vostra.

 

 

MEDIOCRI (Votazione 5, 5 1/2)

 

 

La coniglietta di casa

26. LA CONIGLIETTA DI CASA

 

 

 

Lasciami Entrare

25. LASCIAMI ENTRARE

 

Twilight

24. TWILIGHT 

 

 

 SUFFICIENTI (Votazione 6)

 

 

BHC

23. BEVERLY HILLS CHIHUAHUA

  

Orphanage

22. ORPHANAGE

   

 

Frontiers

21. FRONTIERS – AI CONFINI DELL’INFERNO

  

 

 

VCB

20. VICKY CRISTINA BARCELONA

   

Revolutionary Road

19. REVOLUTIONARY ROAD

    

Yes Man

18. YES MAN

    

Angeli e Demoni

17. ANGELI E DEMONI

   

 

 

Pineapple Express

16. STRAFUMATI  

 

 

Articoli correlati:

 

 

 

La prima foto del nuovo Freddy e un Teaser poster per A Nightmare on Elm Street

 

New Freddy, New Nightmare

 

 

Come molti di voi avranno notato, in questo blog teniamo molto a cuore (soprattutto per una questione nostalgica) la saga del popolare assassino degli incubi, Freddy Kruger. Mentre siamo nel pieno del Remember the past che ci permette di rivisionare tutti i capitoli sugli eventi di Elm Street, arrivano dal set del remake due chicche sensazionali per tutti gli amanti del genere.

Ad inizio post, dunque, abbiamo riportato la foto che ci mostra per la prima volta, anche se ancora in penombra, il "nuovo" Freddy, interpretato da Jackie Earle Haley. Successivamente, pubblichiamo anche un interessante teaser poster di questo rifacimento di A Nightmare on Elm Street.

 

L’attesa per l’uscita, prevista per il 16 aprile 2010, è appena iniziata. Ed è già alle stelle. 

 

A Nightmare on Elm Street Remake: Poster

Oggi al cinema: Harry Potter e il principe mezzosangue

 

 

Poster: Harry Potter e il principe mezzosangue

 

Esce oggi nelle sale italiane il sesto capitolo della saga incentrata sul maghetto più famoso della nostra epoca, Harry Potter e il principe mezzosangue. Harry, tornato a scuola per affrontare il suo sesto anno, incappa nel ritrovamento di un misterioso libro, la cui funzione gli sarà fondamentale per preparare lo scontro decisivo contro il malvagio Lord Voldemort. 

 

Considerato il vero blockbuster di quest’estate, la pellicola annovera nel cast, tra gli altri, Emma Watson, Daniel Radcliffe, Rupert Grint,  Michael Gambon, Alan Rickman. La regia è di David Yates, già director per "L’ordine della Fenice". 

 

Box-Office: La top ten della settimana (e di quella precedente)

 

Transformers subito devastante!

 

 

 

 
Settimana dal 06/07 al 12/07/2009:


Transformers – La vendetta del caduto € 489.640
La Rivolta delle Ex € 362.889
Una Notte da Leoni € 233.391
Outlander – L’ultimo Vichingo € 186.325
Coraline e la Porta Magica € 185.674
Un’estate ai Caraibi € 98.422
La ragazza del mio migliore amico € 54.218
Angeli e Demoni 50.821
St. Trinian’s € 48.724
10° Uomini che odiano le donne € 40.878

  

 

 

 
Settimana dal 29/06 al 05/07/2009:


Transformers – La vendetta del caduto € 998.308
La rivolta delle ex € 326.310
Outlander – L’ultimo vichingo € 292.369
Una Notte da Leoni € 278.584
Coraline e la Porta Magica € 273.563
Un’estate ai Caraibi € 158.815
La ragazza del mio migliore amico € 74.365
Angeli e Demoni 65.081
Uomini che odiano le donne € 52.357
10° Una notte al museo 2: La fuga € 47.131

  

Nuove uscite: Avventura e un mare di risate in arrivo

 

 

La rivolta delle Ex, il titolo di punta tra le new entry

 

Primo weekend di luglio, e nuove uscite al cinema che iniziano a latitare. Ringrazio MyMovies, e passo ad elencare le quattro pellicole debuttanti questo fine settimana.

 

 

Outlander – L’ultimo Vichingo: Regia di Howard McCain. Con James Caviezel, Sophia Myles, Jack Huston, Ron Perlman, John Hurt, Owen Pattison, Ted Ludzik, Aidan Devine, Michael Fox, Katie Bergin, Todd Schroeder, Cliff Saunders, Simon Northwood, Ricardo Hoyos, Patrick Stevenson, Colette Stevenson. Azione, durata 115 min. – USA, Germania 2008. – Eagle Pictures

 

L’arrivo di una misteriosa navicella spaziale sconvolge la vita degli abitanti di un villaggio vichingo.

 

 

La rivolta delle Ex: Regia di Mark Waters. Con Matthew McConaughey, Jennifer Garner, Breckin Meyer, Lacey Chabert, Robert Forster, Anne Archer, Emma Stone, Michael Douglas, Daniel Sunjata, Noureen DeWulf, Rachel Boston, Camille Guaty, Amanda Walsh, Emily Foxler, Catherine Haena Kim. Commedia, durata 100 min. – USA 2009. – Warner Bros Italia

 

Connor è uno scapolo che, durante il matrimonio del fratello più giovane, viene perseguitato dai fantasmi delle sue ex fidanzate.

 

 
Il superpoliziotto del supermercato: Regia di Steve Carr. Con Kevin James, Jayma Mays, Keir O’Donnell, Bobby Cannavale, Stephen Rannazzisi, Shirley Knight, Adam Ferrara, Jamal Mixon, Erick Avari, Raini Rodriguez. Commedia, durata 91 min. – USA 2009. – Sony Pictures

 

Un addetto alla sicurezza entra in azione contro una banda di ladri pronta a svaligiare il centro commerciale in cui lavora.

 

 

Miss Marzo: Regia di Zach Cregger, Trevor Moore. Con Zach Cregger, Trevor Moore, Raquel Alessi, Molly Stanton, Craig Robinson, Holly Hindman, Eve Mauro, Landon Ashworth, Alexis Raben, Geoff Meed, Tanjareen Martin. Commedia, durata 90 min. – USA 2009. – 20th Century Fox

 

Un giovane si risveglia dal coma solo per scoprire che la sua casta fiamma del liceo è diventata una Playmate di Playboy.

Remember the past: NIGHTMARE 5 – IL MITO

Nightmare 5 - Il Mito: Il PosterSiamo nel 1989, alla fine di uno dei decenni più floridi per il cinema horror, e la New Line decide di portare sul grande schermo il quinto capitolo dell’ avvincente saga su Freddy Krueger: Nightmare 5 – Il mito (A Nightmare on Elm Street 5: The Dream Child).

Uno sguardo al capitolo precedente. Il quarto tassello della storia che vede protagonista il mostro dei sogni si era concluso con la battaglia finale tra Alice e Freddy all’interno di una Chiesa. Nightmare 5 riparte dal termine di quello scontro, proponendo un’importante evoluzione nella vita della nostra eroina e del suo ragazzo Dan (unici due sopravvissuti, insieme al padre di Alice). La protagonista, infatti, ha completamente messo da parte i poteri mostrati sul finale del quarto episodio e si appresta a portare avanti una gravidanza. I problemi iniziano quando Alice conosce Jacob, un bambino dall’aria fin troppo familiare…

E' un bel maschietto!Rivelazioni e approfondimenti. Il film si sviluppa attraverso il parallelismo tra l’evento segnato dalla dolce attesa di Alice e quello relativo alla genesi di Freddy Krueger. Largo spazio, in tal senso, viene concesso alla figura della madre del mostro, Amanda Krueger. Ci viene mostrata, attraverso un sogno di Alice, la violenza subita dalla donna, rinchiusa all’interno di un’ala del manicomio in cui lavorava e stuprata brutalmente da un centinaio di pazzi. E’ proprio in seguito ad uno di questi incubi che Freddy “rinasce”, in un susseguirsi di sequenze in cui si alternano, dopo il già citato avventimento dello stupro, il momento del parto del mostro e quello della resurrezione dalle polveri della Chiesa sconsacrata (teatro del finale di Nightmare 4). Questa parte dello script suona parecchio forzata rispetto a quelli che erano i canoni tipici dei collegamenti presenti tra i precedenti capitoli della saga.
Ci viene rivelato, inoltre, il  destino di Amanda: dall’ atto estremo susseguente il processo subito da Fred, fino al racconto relativo al mancato ritrovamento del suo corpo.

Gli elementi che distinguono Nightmare 5 dal resto della saga sono da ritrovarsi nella nuova tecnica utilizzata da Freddy per insinuarsi nei sogni delle sue potenziali vittime. Non basta più essere svegli per sfuggire all’Uomo Nero. Stavolta il mostro riesce a compiere i suoi omicidi sfruttando i sogni del bambino che Alice porta in grembo (probabilmente il bimbo ha ereditato dalla madre il potere di trascinare le persone nel sogno).
Inoltre, il make-up di Freddy mostra delle bruciature meno evidenti, quasi a chiazze, quasi a voler assecondare, anche nelle sembianze, l’indole esageratamente ironica che il mostro ha assunto in questo capitolo.

Tra i fattori ricorrenti in Nightmare 5 c’è da segnalare l’onnipresente variante della famosa filastrocca e la presenza dell’ormai leggendaria abitazione di Elm Street (perfetta nella sua fatiscenza pluriennale).

Nightmare 5: Personaggi poco incisiviPersonaggi anonimi. Ciò che viene ricordato di Nightmare 5 è soprattutto un parco-personaggi meno ricco dei precedenti. Mentre la saga, in passato, si era distinta per originalità di idee, questa volta l’attenzione si sposta definitivamente sul Freddy “beniamino del pubblico”, tanto che l’aspirante modella, la nuotatrice amatoriale e il fumettista diventano poco più che volti senz’anima, nel contesto fantasy della pellicola.

Scene cult. I momenti memorabili di questo mediocre capitolo sono quelli relativi agli omicidi di Dan (torcia umana fusa agli ingranaggi di una moto in corsa), di Greta (rimpinzata da Freddy con la sua stessa carne) e di Mark (spazzato via da un Freddy in versione Supereroe).

Finale piuttosto deludente, che vede Freddy nutrire Jacob con le anime delle sue vittime e il successivo ritorno di Amanda, pronta a riprendersi il suo “odiato” figliolo.

Per concludere, Nightmare 5 – Il mito è uno dei capitoli meno riusciti della saga. La mediocrità della sceneggiatura è un importante campanello d’allarme  in merito la stanchezza della storia e, probabilmente, della mente dei suoi creatori.

Nightmare 5: The Dream Child

Curiosità:

  • Fugaci apparizioni. Nel film è presente un cameo di Robert Englund nei panni di uno dei pazzi del manicomio. Questa è la seconda apparizione dell’attore in veste “umana” (senza il particolare trucco da Freddy),  dopo quella dell’autista mostrata in Nightmare 2.
  • Censura. Nella versione americana del film (ed in tutte quelle in dvd ) sono state tagliate diverse scene. Due di queste sono quelle relative agli omicidi di Dan e Greta. Curiosamente, le scene erano integralmente presenti nella VHS italiana, prodotta da Penta Video.

Citazioni:

 “E’un bel maschietto”

“Devastante come la bomba atomica. Indistruttibile come l’acciaio. Io sono… Super Freddy! Non li ho mai sopportati i fumetti, tutte stronzate!”

Articoli correlati:

 – Nightmare – Dal profondo della notte
Nightmare 2 – La rivincita
Nightmare 3 – I guerrieri del sogno
Nightmare 4 – Il non risveglio
Nightmare 6 – La fine
Nightmare – Nuovo incubo