INCONTRERAI L’UOMO DEI TUOI SOGNI

 

L’erba del vicino è sempre più verde”

Incontrerai l'uomo dei tuoi sogniLondra. La vita di Helena è in totale caduta libera. Suo marito Alfie l’ha mollata e si è dato alla vita salutista, convinto di poter raggiungere il grado d’immortalità, mentre la figlia Sally è alle prese con una crisi provocata dall’incapacità di avere un figlio con quel “buono a nulla” di Roy. Cosa fare, allora, se non rivolgersi ad una cartomante per farsi predire un futuro più roseo?

L’ultimo film di Woody Allen è un lavoro dall’approccio diretto fin dall’inizio. I titoli di testa, marchio di fabbrica del regista di Brooklyn, scorrono uniformi, accompagnati dalle note del disneyano e gradevole “When You Wish Upon a Star”. Poi parla la voce fuori campo che ci fornisce un’iniziale descrizione dei protagonisti. Ed è subito chiaro al pubblico come questa gente comune abbia anche un denominatore comune: sono tutti dei perdenti e non fanno nulla (o poco) per nasconderlo. Personaggi ben caratterizzati, dalla personalità fragile ed alla ricerca di qualcosa di illusorio che possa riportare la voglia di vivere.
Anche le figure di contorno, le persone che i quattro frequentano, sono persone dal presente critico ed inclini ad aggrapparsi ad una velleitaria speranza. Gente come Greg, il capo di Sally, o Jonathan, il bibliotecario con la passione per l’occulto, appaiono prima come ancore di salvezza, per poi rivelarsi come autentici ruderi in rovina.

In questo scenario desolante, Allen prova a tirare fuori la sua solita vena ironica attraverso una sceneggiatura sorretta da dialoghi a tratti irresistibili. Si, a tratti. Perchè, per il resto, stiamo parlando di una commedia un pò sottotono con qualche guizzo illusorio (come le speranze dei personaggi), incapace di incidere sulla tenuta della pellicola. Il ritmo lento ed alcune sequenze ripetitive, come quelle relative alla storia di Helena, fanno poi il pari con l’elemento umoristico, rendendo la pellicola meno gradevole di come se l’aspetti.

Brolin e Watts nel nuovo film di Allen

Niente da rimproverare, comunque, alla tecnica registica di Allen, che resta notevole e pulita. Un lavoro impeccabile, sorretto anche da un’ottima fotografia dominata dal colore giallo, a ritrarre una Londra meno mondana del solito. L’ambientazione rigorosamente british, con tanto di pioggia e cielo plumbeo, è una delle note positive del film.

Positivo nel complesso è anche il lavoro degli attori, benchè non privo di qualche ombra. Da elogiare è, sopratutto, la prova di Josh Brolin, esemplare nel ruolo del marito dal fallimento facile, mentre Anthony Hopkins offre un’interpretazione generosa nel ruolo che ha il sapore di una citazione autobiografica per il regista. Sebbene non eccezionali, risultano buone anche le prove di Naomi Watts nel ruolo di un’infelice e nevrotica Sally e di una sempre più promettente Freida Pinto nei panni della ragazza vestita di rosso. Lucy Punch si è rivelata un’autentica sorpresa nel calarsi nel ruolo della furba Charmaine, mentre ad Antonio Banderas è stata destinata una parte che non è tanto distante dall’essere definita un cameo.
Unico personaggio vacillante è quello di Helena, interpretato dalla pur bravissima Gemma Jones che, complice uno sviluppo narrativo il più delle volte ripetitivo, finisce per non convincere pienamente.
 
Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni è un buon prodotto, stilisticamente ben girato che, però, finisce per riuscire a metà a causa di improbabili cali di ritmo e di una ciclicità stancante. Dopo il finale pessimista ed aperto, in perfetto stile Allen, le facce seccate e un pò deluse all’uscita dalla sala non erano poche. 

 

 

 
Punti di forza:  La regia di Allen è sempre un bel vedere; fotografia dai colori intensi; il “Pacchetto Cast” in stato di grazia

Punti deboli:
L’ironia latitante; le pause indesiderate; il ripetersi di alcune situazioni

   

Annunci

7 thoughts on “INCONTRERAI L’UOMO DEI TUOI SOGNI

  1. Se non erro, l'ultimo film di Allen che ho visto (come più nuovo) è stato Harry a pezzi che trovo stupendo..poi conosco molti vecchi, dove ha dato tanto, forse ovviamente tutto…
    Ciao 🙂

  2. Io l'ho trovato invece fallimentare su tutti i punti, e lo dico da grande fan di Allen, che è il mio regista preferito.
    Piuttosto di andare al cinema a vedere sta schifezza avrei preferito riguardarmi uno dei suoi film vecchi…Poi per carità, la schifezza di Allen è un film comunque sufficiente e migliore di tanti altri..

  3. Mi accodo al commentatore precedente, non mi è piaciuto davvero. Salvo solo la splendida fotografia e qualche momento del primo tempo, la sceneggiatura è davvero lacunosa e ci sono degli accadimenti logicamente poco convincenti.

    Banderas fa un cameo lungo, se così posso dire, Brolin e Hopkins non mi sono piaciuti affatto, di Naomi Watts sono praticamente innamorato e quindi non sono attendibile 😉

    E comunque, nonostante ciò, "la schifezza di Allen è un film comunque migliore di tanti altri" : verissimo !

  4. @LucaScialo: Non tutto, ma quasi.

    @perso.giadisuo: Appunto, per quanto possa essere un flop, "la regia di Allen è sempre un bel vedere."

    @ipitagorici: A quanto pare concordiamo tutti su un punto: non è uno dei migliori  lavori di Allen.

  5. è vero che quell'umorismo e quell'ironia che tanto contraddistinguono i film di allen qui tendono a dimezzarsi, ma nonostante tutto, secondo me, è un buon film che riesce a far riflettere e in alcuni momenti anche ridere. certamente non siamo ai grandi livelli di molte altre pellicole di allen.

  6. "Incontrerai l'uomo dei tuoi sogni è un buon prodotto, stilisticamente ben girato che, però, finisce per riuscire a metà a causa di improbabili cali di ritmo e di una ciclicità stancante"

    purtroppo capita a volte con i film di allen, in particolare con quelli meno riusciti…

  7. Pingback: CINEMA 2010/2011 – LA CLASSIFICA: Le sorprese e i promossi | Alone in Kyoto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...