Continua il trionfo del cinema italiano al botteghino!

   

Qualunquemente       
 

Podio sostanzialmente inviariato rispetto ad una settimana fa, con il calo fisiologico della pellicola di Checco Zalone che si lascia, quindi, scavalcare da Immaturi di Genovese.
 
Nel resto della classifica, da segnalare i buoni esordi di Parto col folle e Il discorso del Re, mentre si rivela un autentico flop il debutto di The Green Hornet. Tengono bene Vallanzasca – Gli angeli del male e Animals United, mentre scivolano verso il basso Vi presento i nostri e Hereafter.  
 
Escono dall classifica, infine, e La versione di Barney , L'orso Yoghi e Skyline.  
 

 
 
Settimana dal 24/01/2011 al 30/01/2011:

 

 

 

  Qualunquemente € 3.735.320
Immaturi € 3.549.505
Che bella giornata € 1.988.081
Parto col folle € 1.468.181
Il Discorso del Re € 953.086
Vallanzasca – Gli angeli del male € 628.731
Animals United 3D € 480.478
The Green Hornet  € 409.293
Vi presento i nostri € 401.297
10° Hereafter   € 300.447

 

 

 

 
 

Annunci

Supereroi, sovrani balbuzienti ed un viaggio esilarante nel nuovo weekend di cinema

Il Discorso del ReNuovo appuntamento con le uscite al cinema. Occhi puntati, soprattutto, su Il discorso del Re, pluricandidato ai prossimi Oscar. 

 
 
Cominciamo, però, con una pellicola che ha fatto il suo debutto nelle sale italiane ieri, in occasione della Giornata della memoria. Vento di primavera, per la regia di Roselyne Bosch, tratta la vicenda vera di 13000 ebrei, deportati dal quartiere di Montmartre al velodromo di Parigi, in quell'estate del 1942 in cui la certezza vacillò e il terrore prese piede. Con Jean Reno, Mélanie Laurent, Gad Elmaleh e Hugo Leverdez.

 
Passiamo a Parto col folle, commedia degli equivoci diretta da Todd Phillips, il regista della rivelazione "Una notte da leoni". Un architetto, in trasferta di lavoro ad Atlanta, riceve la lieta notizia dell'imminente nascita del suo primogenito. Deciso a far ritorno in aereo nella sua Los Angeles, dovrà fare i conti con un passeggero strambo ed irritante. Nel cast, tra gli altri, Robert Downey Jr., Zach Galifianakis, Michelle Monaghan, Jamie Foxx e Charlie Sheen. 
 

 
Per il filone dei supereroi, arriva nelle sale The Green Hornet, diretto dal regista di "Se mi lasci ti cancello" Michel Gondry. Da poco orfano di padre, il magnate della carta stampata Britt Reid, decide improvvisamente di dare una forte sterzata alla sua vita e di mettere il suo operato al servizio della giustizia. Con Seth Rogen, Jay Chou, Christoph Waltz, Cameron Diaz e Tom Wilkinson. Distribuito anche in 3D.

 
Fresco fresco di dodici nominations alle prestigiose statuette degli Academy, è pronto al suo esordio Il discorso del Re di Tom Hooper. In un'Inghilterra prossima alla guerra, il Re Giorgio VI deve fare i conti col suo grave problema di balbuzie. Perchè c'è un intero popolo da istruire ed un'intera nazione da confortare. Nel cast Colin Firth, Helena Bonham Carter, Geoffrey Rush, Guy Pearce e Michael Gambon.
 
Il Cinema Italiano, questa settimana, ha come unico rappresentante Febbre da fieno di Laura Luchetti. Storia di Matteo, un eterno romantico restio a dimenticare il suo amore Giovanna. Impiegato in un negozio di moderniariato, dovrà fare i conti con la vulcanica Camilla. Con Diane Fleri, Giulia Michelini, Giuseppe Gandini, Andrea Bosca e Camilla Filippi.

 
Concludiamo la rassegna con la trasposizione filmica di un cult dell'animazione giapponese anni ottanta, Yattaman – Il film di Takashi Miike. Alla ricerca della potente pietra Dokrostone, due gruppi distinti tra loro, gli Yattaman e il Trio Drombo, si scontrano in una guerra a bordo di fantasmagoriche invenzioni. Con Kyôko Fukada, Sadao Abe, Sho Sakurai e Saki Fukuda.

Oscar 2011: Le nominations

 
Oscar 2011  
 

 
Ecco l'elenco completo dei candidati ai prossimi Oscar:

 

Miglior film
  
    Il cigno nero
    Il discorso del re
    Inception
    The Fighter
    The Social Network
    Toy Story 3 – La grande fuga
    I ragazzi stanno bene
    Il Grinta
    127 ore
    Winter's bone

Miglior regia

    Darren Aronofsky (Il cigno nero)
    Joel e Ethan Coen (Il Grinta)
    David O. Russell (The Fighter)
    David Fincher (The Social Network)
    Tom Hooper (Il discorso del re) 
    

Miglior sceneggiatura originale
  
    Another year
    The Figther
    Inception
    I ragazzi stanno bene
    Il discorso del re
 
 

Miglior sceneggiatura non originale
  
    127 ore

    Toy Story 3 – La grande fuga
    Il Grinta
    Winter's bone

Miglior attrice protagonista
  
    Annette Bening (I ragazzi stanno bene)

    Nicole Kidman (Rabbit Hole)
    Jennifer Lawrence (Winter's Bone)
    Natalie Portman (Il cigno nero)
    Michelle Williams (Blue Valentine)
 
Miglior attore protagonista
  
    James Franco (127 ore)
    Jeff Bridges (Il Grinta)
    Jesse Eisenberg (The Social Network)
    Javier Bardem (Biutiful)
    Colin Firth (Il discorso del Re)
     

Miglior attrice non protagonista
 
    Jacki Weaver (Animal Kingdom)

    Helena Bonham Carter (Il discorso del Re)
    Melissa Leo (The Fighter)
    Amy Adams (The Fighter)
    Hailee Steinfeld (Il Grinta)
 

Miglior attore non protagonista
  
    Christian Bale (The Fighter)

    Jeremy Renner (The Town)
    Geoffrey Rush (Il discorso del Re)
    John Hawkes (Winter's Bone)
    Mark Ruffalo (I ragazzi stanno bene)
 
Miglior fotografia
  
    Il cigno nero
    Il discorso del Re
    Il Grinta
    Inception
    The Social Network
 

Miglior montaggio
  
    The Social Network

    The Fighter
    Il discorso del Re
    127 ore
    Il cigno nero
 

Miglior film in lingua straniera
  
     Biutiful (Spagna)

     Dogtooth (Grecia)
     In un mondo migliore  (Danimarca)
     Outside the Law (Algeria)
     La donna che canta (Canada)

Miglior trucco
 
    La versione di Barney

    The way back
    Wolfman

Miglior costumi
 
    The Tempest

    Il Grinta
    Il discorso del Re
    Io sono l'amore
    Alice in Wonderland

Miglior effetti visivi
  
    Hereafter
    Alice in Wonderland
    Inception
    Iron Man 2
    Harry Potter e i doni della morte – Parte 1
   
Miglior scenografia 
 
    Alice in Wonderland

    Il discorso del Re
    Il Grinta
    Inception
    Harry Potter e i doni della morte – Parte 1

Miglior canzone
 
     "If I Rise" in 127 ore
     "Coming Home" in Country Strong

     "I See the Light" in Rapunzel – L'intreccio della torre
     "We belong together" in Toy Story 3 – La grande fuga

Miglior mix sonoro
 
   Il discorso del Re

   The Social Network
   Inception
   Salt
   Il Grinta
 

Miglior montaggio sonoro
 
    Il Grinta

    Toy Story 3 – La grande fuga
    Tron – Legacy    
    Unstoppable – Fuori controllo
    Inception

Miglior colonna sonora
 
    Dragon Trainer

    Inception
    The Social Network
    127 ore
    Il discorso del Re
 

Miglior film d'animazione
 
    Dragon Trainer

    L'illusionista
    Toy Story 3 – La grande fuga
 
 
Miglior documentario
 
    Banksy e Jaimie D'Cruz per Exit Through the Gift Shop
    Josh Fox e Trish Adlesic per GasLand
    Charles Ferguson e Audrey Marrs per Inside Job: chi ci ha rubato il futuro
    Tim Hetherington e Sebastian Junger per Restrepo
    Lucy Walker e Angus Aynsley per Waste Land
 

Miglior cortometraggio
 
    The Confession

    The Crush
    God of Love
    Na Wewe
    Wish 143
 
 
Miglior cortometraggio d'animazione

 
    Day & Night
    The Gruffalo
    Let's Pollute
    The Lost Thing
    Madagascar, carnet de voyage (Madagascar, a Journey Diary)
 
 
Miglior cortometraggio documentario

 
    Killing in the Name
    Poster Girl
    Strangers No More
    Sun Come Up
    The Warriors of Qiugang

 

Appuntamento, quindi, al prossimo 27 febbraio, per la cerimonia dell'edizione numero 83 degli Oscar.  

  

Anche il botteghino parla italiano!

   

Qualunquemente   
 

Qualunquemente si aggiudica il primato di questa settimana al box-office. La pellicola interpretata dal mattatore Antonio Albanese incassa, nel suo primo weekend di programmazione, oltre cinque milioni di euro, scavalcando l'ex numero uno in carica, Che bella giornata. Il film di Checco Zalone si mantiene comunque nei piani alti della classifica, precedendo l'altra new-entry presente sul podio, Immaturi di Genovese.

Nel resto della classifica, non entusiasmante è l'esordio per il nuovo lavoro di Michele Placido, Vallanzasca, mentre la pellicola d'animazione Animals United 3D deve accontentarsi della settima posizione. Nel mezzo,  gli scivoloni di Vi presento i nostri, Hereafter e La versione di Barney.  
 
Escono, infine, dalla top-ten La banda dei Babbi Natale, Tron – Legacy, The Tourist  e Le Cronache di Narnia – Il viaggio del veliero. 
 

 
 
Settimana dal 17/01/2011 al 23/01/2011:

 

 

 

  Qualunquemente € 5.395.840
Che bella giornata € 4.332.063
Immaturi € 3.278.926
Vi presento i nostri € 1.104.532
Vallanzasca – Gli angeli del male € 986.324
Hereafter  € 722.592
Animals United 3D € 620.299
La versione di Barney  € 485.779
L'orso Yoghi  € 478.657
10° Skyline  € 316.937

 

 

 

 
 

Nuove uscite: Un weekend all’insegna del tricolore

 
Immaturi pronto al debutto nelle saleCinema italiano in prima linea questa settimana. La metà delle pellicole esordienti, infatti, parlano la nostra lingua, con i ritorni di volti noti come quelli di Raoul Bova ed Antonio Albanese. Andiamo, dunque, a presentare tutti i nuovi titoli in programma questo fine settimana nella consueta rassegna.

 
 
Cominciamo con Qualunquemente di Giulio Manfredonia. Con un tempismo sorprendente e, per certi versi, inquietante, Antonio Albanese porta sul grande schermo uno dei suoi personaggi più noti, Cetto  La Qualunque, il politico dalle intenzioni tutt'altro che rassicuranti. Nel contesto calabro di Marina di Sopra si consumano le vicende comiche di un personaggio tanto pittoresco quanto prossimo alla realtà. Nel cast, oltre ad Albanese, troviamo Sergio Rubini, Lorenza Indovina, Salvatore Cantalupo, Luigi Maria Burruano e Davide Giordano.

 
Con Vallanzasca – Gli angeli del male, per la regia di Michele Placido, continuamo a parlare di personaggi poco raccomandabili, stavolta usando dei toni decisamente più seri. E' il 1985 e il boss criminale Renato Vallanzasca è rinchiuso in una cella d'isolamento del carcere di Ariano Irpino. Da qui partono i suoi ricordi, dai tempi del suo primo "furto" fino alle rapine e agli omicidi. Cast che vede la presenza, tra gli altri, di Kim Rossi Stuart, Filippo Timi, Valeria Solarino, Moritz Bleibtreu, Francesco Scianna e Roberto Cardone.

 
 

Passiamo alla leggerezza di Immaturi. Un gruppo di quarantenni il cui comune denominatore è l'aver frequentato lo stesso istituto superiore, si vede annullata di colpo la validità del proprio diploma. Dovranno ripetere l'esame di maturità. Dirige Paolo Genovese, con Raoul Bova, Barbora Bobulova, Maurizio Mattioli, Luisa Ranieri, Ricky Memphis, Ambra Angiolini, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.

 
Per il pubblico delle famiglie arriva dalla Germania Animals United 3D, film d'animazione con annesso messaggio ambientalista, associato ad una campagna per la salvaguardia delle razze in estinzione promossa dalla Wwf. La distruzione del pianeta, a causa dell'incuria dell'uomo, spinge un gruppo di animali alla volta di New York, dove sta per svolgersi la Conferenza Mondiale per l'Ambiente. Regia di Reinhard Klooss e Holger Tappe.

 
Dagli USA arriva questo weekend Segui il tuo cuore, di Burr Steers. Tratto da un romanzo di Ben Sherwood, questo fantasy romantico racconta la storia di Charlie, appassionato di vela, e della sua solenne promessa fatta al defunto fratellino Sam; una promessa che gli cambierà radicalmente la vita. Con Zac Efron, Amanda Crew, Ray Liotta, Kim Basinger, Chris Massoglia e Dave Franco.

 
Chiudiamo con La donna che canta di Denis Villeneuve. In seguito alla morte della propria madre, due gemelli vengono a conoscenza dell'esistenza di un padre e di un fratello nel territorio palestinese. Con Lubna Azabal, Mélissa Désormeaux-Poulin, Maxim Gaudette e Remy Girard.


 

LA VERSIONE DI BARNEY

La magistrale versione di Giamatti”

La versione di BarneyCorre, Barney. Corre senza mai fermarsi. Ha una società di produzioni televisive definite, per testuale denominazione, completamente inutili. Ha tre matrimoni alle spalle, tutti naufragati a causa della sua inclinazione al vizio e alla facile attrazione verso il gentil sesso. Ha due figli ormai cresciuti ed un padre tanto immorale quanto onesto. Ha un amico tossicodipendente. Ha una casa in montagna. Ha un cuore. Ed una valanga di ricordi e, probabilmente, di rimorsi.
E’ diventato attento, Barney. Attento alla gente, alle amicizie, a chi prova a prendersi il buono che hai ed a ricambiarlo con un sorriso di sfida. Troppi si sono approfittati di lui in passato. Ma qualcuno gli ha voluto bene davvero. Qualcuno che, nonostante tutto, continuerà a stargli accanto. Per sempre.

Chiamato ad adattare per il grande schermo l’omonimo best-seller scritto da Mordecai Richler, il regista televisivo Richard J. Lewis ne sacrifica gli elementi più cinici, dando vita ad un lavoro a metà tra la commedia all’inglese e la biografia romantica. Benchè si possa discutere su una durata alla lunga un pò stancante, la storia viene raccontata con ritmo sostenuto, mediante riprese talvolta impiegate in piani sequenza dettagliati ed un accompagnamento musicale di prim’ordine curato dal napoletano Pasquale Catalano (già Nastro d’Argento per Mine Vaganti). Dialoghi frizzanti e narrazione coinvolgente, inoltre, fanno da spinta propulsiva a questa pellicola che vede tra le note di merito anche la fondamentale riuscita dell’elemento trucco, quello di Nathalie Garon, che permette ai personaggi di apparire ancor più realistici nella metamorfosi temporale lunga quarant’anni.

Giamatti ed Hoffman - La versione di BarneyPromosso anche tutto il pacchetto degli interpreti, con un Paul Giamatti sugli scudi e perfettamente calato nel ruolo dell’impulsivo Barney. L’attore (Golden Globe per questa interpretazione) sfodera una prestazione maiuscola, soffermandosi sulla personalità ambivalente del protagonista: all’apparenza forte, ma in realtà fragile, segnato dalle batoste e succube dell’alcool.
Non smentisce la sua fama Dustin Hoffman, squisito nella parte dell’ex-poliziotto nonchè padre dai modi scandalosi e genuini, mentre sorprende positivamente l’espressività disarmante della dolce e sensuale Rosamund Pike, qui nei panni di Miriam, unico vero amore di Barney. 

Unica nota stonata è la difformità di spazio che viene destinato alla caratterizzazione dei personaggi. Mentre per alcuni di loro la narrazione si sofferma a dovere, per altri, vedi Clara e Boogie, il tempo di scena è relegato a poche fugaci apparizioni. Figure che vengono sviluppate troppo poco e che spariscono troppo presto in una storia che, nel complesso, deve inevitabilmente focalizzare il suo fulcro sulla persona di Barney.

Contornato da ambientazioni splendide, La versione di Barney è una gradevole commedia sarcastica e romantica sui difetti di un uomo che, malgrado le sue cadute, riesce sempre ad ottenere il perdono.

 

Punti di forza:  La prova maiuscola di Giamatti; la regia rassicurante e minuziosa; le musiche indovinate; le ambientazioni romane   

Punti deboli: Poco spazio riservato ad alcuni personaggi; durata leggermente eccessiva

Citazioni:
 
“La sobrietà e il rammarico sono a casa che ti aspettano”

Ancora primato al botteghino per Checco Zalone!

   

Che bella giornata di Checco Zalone  
 

Foto: Screenweek
 

Che bella giornata mantiene la prima posizione nella top-ten degli incassi settimanali.  Checco Zalone, infatti, continua a macinare record, raccogliendo altri otto milioni di euro nella sua seconda settimana di programmazione. Dietro di lui troviamo la new entry Vi presento i nostri, con un incasso di due milioni e trecentomila euro. Scende sul gradino più basso del podio Hereafter di Clint Eastwood.   

Nel resto della classifica, da segnalare il buono esordio di Skyline e di La versione di Barney (a breve la nostra recensione), mentre L'orso Yoghi debutta in sesta posizione. Scivoloni per La banda dei Babbi Natale e Tron – Legacy.  
 
Escono dalla top-ten Rapunzel, Megamind, Le avventure di Sammy e Natale in Sudafrica.   

 
 
Settimana dal 10/01/2011 al 16/01/2011:

 

 

 

  Che bella giornata € 7.919.947
Vi presento i nostri € 2.279.808
Hereafter € 1.414.051
Skyline € 862.226
La versione di Barney € 849.255
L'orso Yoghi € 732.186
Tron – Legacy € 377.593
La banda dei Babbi Natale  € 356.711
The Tourist  € 213.560
10° Le Cronache di Narnia: Il Viaggio…  € 182.535