Nuove uscite: Un weekend all’insegna del tricolore

 
Immaturi pronto al debutto nelle saleCinema italiano in prima linea questa settimana. La metà delle pellicole esordienti, infatti, parlano la nostra lingua, con i ritorni di volti noti come quelli di Raoul Bova ed Antonio Albanese. Andiamo, dunque, a presentare tutti i nuovi titoli in programma questo fine settimana nella consueta rassegna.

 
 
Cominciamo con Qualunquemente di Giulio Manfredonia. Con un tempismo sorprendente e, per certi versi, inquietante, Antonio Albanese porta sul grande schermo uno dei suoi personaggi più noti, Cetto  La Qualunque, il politico dalle intenzioni tutt'altro che rassicuranti. Nel contesto calabro di Marina di Sopra si consumano le vicende comiche di un personaggio tanto pittoresco quanto prossimo alla realtà. Nel cast, oltre ad Albanese, troviamo Sergio Rubini, Lorenza Indovina, Salvatore Cantalupo, Luigi Maria Burruano e Davide Giordano.

 
Con Vallanzasca – Gli angeli del male, per la regia di Michele Placido, continuamo a parlare di personaggi poco raccomandabili, stavolta usando dei toni decisamente più seri. E' il 1985 e il boss criminale Renato Vallanzasca è rinchiuso in una cella d'isolamento del carcere di Ariano Irpino. Da qui partono i suoi ricordi, dai tempi del suo primo "furto" fino alle rapine e agli omicidi. Cast che vede la presenza, tra gli altri, di Kim Rossi Stuart, Filippo Timi, Valeria Solarino, Moritz Bleibtreu, Francesco Scianna e Roberto Cardone.

 
 

Passiamo alla leggerezza di Immaturi. Un gruppo di quarantenni il cui comune denominatore è l'aver frequentato lo stesso istituto superiore, si vede annullata di colpo la validità del proprio diploma. Dovranno ripetere l'esame di maturità. Dirige Paolo Genovese, con Raoul Bova, Barbora Bobulova, Maurizio Mattioli, Luisa Ranieri, Ricky Memphis, Ambra Angiolini, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu.

 
Per il pubblico delle famiglie arriva dalla Germania Animals United 3D, film d'animazione con annesso messaggio ambientalista, associato ad una campagna per la salvaguardia delle razze in estinzione promossa dalla Wwf. La distruzione del pianeta, a causa dell'incuria dell'uomo, spinge un gruppo di animali alla volta di New York, dove sta per svolgersi la Conferenza Mondiale per l'Ambiente. Regia di Reinhard Klooss e Holger Tappe.

 
Dagli USA arriva questo weekend Segui il tuo cuore, di Burr Steers. Tratto da un romanzo di Ben Sherwood, questo fantasy romantico racconta la storia di Charlie, appassionato di vela, e della sua solenne promessa fatta al defunto fratellino Sam; una promessa che gli cambierà radicalmente la vita. Con Zac Efron, Amanda Crew, Ray Liotta, Kim Basinger, Chris Massoglia e Dave Franco.

 
Chiudiamo con La donna che canta di Denis Villeneuve. In seguito alla morte della propria madre, due gemelli vengono a conoscenza dell'esistenza di un padre e di un fratello nel territorio palestinese. Con Lubna Azabal, Mélissa Désormeaux-Poulin, Maxim Gaudette e Remy Girard.


 

Annunci

6 thoughts on “Nuove uscite: Un weekend all’insegna del tricolore

  1. Non so se è il tipo di comicità o i personaggi.
    Non è nemmeno questione di "dialetti" perché altri comici come loro li adoro. Pensa che non mi piace nemmeno Benigni o la Littizzetto, quindi non si può dire che il mio sia un discorso da "padano" ;-P
    E' proprio che non li digerisco.

  2. @ancatdubh: In effetti partono da personaggi nati per il pubblico del piccolo schermo. Mi chiedevo: non ti piacciono nemmeno Aldo, Giovanni e Giacomo?
    Io mi sono quasi sempre tenuto a distanza da tutti i comici "Made in Mediaset". Devo dire, però, che il Checco Zalone di Cado dalle nubi mi era piaciuto. A breve dovrò vedere anche questa seconda opera. Poi ne riparliamo. 😉

  3. Aldo Giovanni e Giacomo li adoro, come anche Ficarra e Picone, nonostante siano anch'essi partiti dai palcoscenici di Zelig o di programmi similari.
    Altri invece non ce la faccio a vederli. Se riuscissi a capire a che cosa devo imputare questa antipatia a pelle, ne sarei lieto pure io 🙂

  4. Sono pienamente d'accordo con ancatdubh…non riesco a capire questo tipo di comicità, in particolare Checco Zalone. E più mi si dice "vai! il film è bellissimo" e più mi scappa la voglia.
    Non riesco nemmeno io a identificare cosa non va, forse è questo "elogio dell'ignoranza" che proprio non sopporto.

    In compenso ho visto "Immaturi" e mi è proprio piaciuto. Avevo una bassa aspettativa e l'idea di trama che mi ero fatta a priori è concentrata nei primi 15 minuti del film. Meglio di quanto mi aspettassi, sì.
    Baci
    Ely 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...