AMORE & ALTRI RIMEDI

“Nella buona e nella cattiva sorte”

Amore & altri rimedi1996. Jamie è un brillante e carismatico commesso di un negozio di elettronica, decisamente più fortunato con le donne che in ambito lavorativo. Licenziato, e con una famiglia pronta a deridere il suo anticonformismo, finisce col diventare un rappresentante di prodotti farmaceutici. Trovatosi a presenziare ad una visita medica nel falso ruolo di assistente, conosce Maggie, un’eccentrica ragazza affetta dal morbo di Parkinson.

Prendete due bellocci dello Star System in costante ascesa e inseriteli in un contesto composto per due terzi da momenti di puro sesso sfrenato. Aggiungete sullo sfondo una storia di emarginazione scaturita da una malattia incurabile ed avrete un’idea di che cosa vi aspetta in Amore & altri rimedi. Il regista Edward Zwick (L’ultimo samurai; Blood Diamond) attinge da una formula tanto semplice quanto inflazionata per confezionare una vicenda romantica tratta dal romanzo di Jamie Reidy sulla dubbia trasparenza dell’industria farmaceutica.

Ambientato nella seconda metà degli anni novanta, il film presenta già dalle prime battute l’atmosfera scanzonata tipica della commedia all’americana. Protagonista, al centro dell’universo, è Jamie Randall, alias Jake Gyllenhaal, commesso in grado di ottenere tutto ciò che desidera con il solo aiuto del fascino. Accompagnato dal ritmo incalzante della colonna sonora, lo stampo di questa fase iniziale si accosta a titoli come Cruel Intentions ed Hitch. Apparentemente, niente di particolarmente innovativo, quindi.
Le cose cambiano quando sulla scena si presenta Maggie (Anne Hathaway), ragazza disinibita che non nasconde la propria ossessione (o meglio, la propria dipendenza) per il sesso. La sequenza gratuita del seno al vento diventa un’apripista per la coppia che altro non aspettava se non dare sfogo ai propri ormoni in fermento. Da qui, la pellicola inizia ad assumere dei contorni più forti, richiamando talvolta Ultimo tango a Parigi di Bertolucci, e disseminando continue scene di nudo all’interno della storia.

Amore & altre droghe: Gyllenhaal e HathawayIn questo contesto turbolento, i due protagonisti mostrano un’ottima alchimia, memori dell’esperienza comune acquisita ne I segreti di Brokeback Mountain. Entrambi terribilmente sexy, mettono in piedi una prova positiva, dando l’idea di essere davvero fatti l’uno per l’altra. Gyllenhaal, in particolare,  conferma la sua crescita, dimostrando di potersi misurare in ruoli diversi col medesimo soddisfacente risultato.
Buono il lavoro del resto del cast, con menzione speciale per Josh Gad, giovane comprimario dalle movenze macchiettistiche alla Jack Black, perfetto nel vestire i panni dello sfigato mollato dalla moglie.

Invidiabile e gradevole la colonna sonora, con suoni che spaziano dai Fleetwood Mac ai Fatboy Slim, dal rock al chillout. Un elemento tutt’altro che tralasciabile nel computo finale delle virtù di questo Amore & altri rimedi.

Amore e altri rimedi: Due, invece, le note di demerito, una delle quali da far recapitare alla direzione generale della Medusa. Il cambiamento di titolo (l’originale è Love and other drugs) finisce, ancora una volta, con lo snaturare l’essenza del film in cui l’amore viene visto come una dipendenza a cui ricorrere per far fronte alle difficoltà della vita.
Il secondo pollice verso è per il montaggio non eccelso. Di certo non un fattore essenziale per la buona riuscita di una pellicola, ma per alcuni risulta fondamentale. Non a caso, un montaggio approssimativo limita parecchio il trasporto scenico per lo spettatore più attento.

Sebbene mostri alcune astuzie degne del Made in USA, come i dialoghi veloci ed inverosimili e l’effetto neve durante l’abbandono, Amore & altri rimedi riesce ad intrattenere come poche pellicole in questo periodo. Senza mai annoiare, miscela a dovere momenti romantici ad altri comici, ricordandosi sempre di essere commedia, ed evitando di scadere nel melenso. Se non, forse, nel finale.

Punti di forza: Il buon lavoro della coppia protagonista; il ritmo veloce e piacevole; la colonna sonora; la buona alternanza di momenti tragici ad altri comici 

Punti deboli: Il montaggio approssimativo; qualche americanata di troppo; troppe scene di nudo evitabili

Annunci

10 thoughts on “AMORE & ALTRI RIMEDI

  1. Complimenti, una recensione che mi ha interessato e che mi esorta a vedere il film!
    Non posso commentare oltre, se non il fatto che spesso in Italia i titoli tradotti fanno schifo e banalizzano moltissimo l'immagine globale di un film.
    Complimentissimi ancora 🙂

  2. Qui negli USA l'ho visto a novembre, il giorno dopo il Ringraziamento!
    Divertente, bravi i protagonisti ma sì, come dici anche tu, un po' melenso sul finale. Comunque, non del tutto banale, il che è già tanto!

    Un saluto 🙂

  3. bho, a me sà proprio di americanata 😀 …e di banalità ..  magari mi sbaglio.
    uhm, non credo di vederlo.

    interessante blog 😀 . grazie per la visita 😉

    I.

  4. Ottima Recensione!! Il film è stato visto anche da me, non mi ha annoiato.. è stato molto interessante, anche se in effetti qualche scena di nudo potevano risparmiala! A presto!

  5. Mah…ti dirò, al di là della colonna sonora (strepitosa!!!! sarà che il 1996 non mi sembra poi così lontano), non mi ha entusiasmato più di tanto, nè in bene nè in male.
    Un bel film, sotto tanti aspetti…la storia viene portata avanti bene, i protagonisti sono eccezionali, il fratello sfigato merita una stellina (hai ragione, somiglia molto a Jack Black), ma in fondo pensavo meglio.
    Forse tutte queste scene di sesso sono anche un pò gratuite, alla fine, tant'è che le ragazzine dietro di me hanno ampiamente rotto le scatole con le loro risatine!
    Concordo, infine, con l'errata traduzione del titolo, o meglio, non rende l'idea come nell'originale…
    Ely

  6. Pingback: CINEMA 2010/2011 – LA CLASSIFICA: Le sorprese e i promossi | Alone in Kyoto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...